L'evoluzione tecnica e culturale della medicina si è accompagnata ad un aggiornamento della visione etica e deontologica, del rapporto medico-paziente, solo negli ultimi decenni.

Anzi, il rapporto fra un buon medico, e buon paziente, è rimasto pressoché immutato fino alla seconda metà del Novecento, quando si è registrato, un sovvertimento totale: dalla tradizionale etica medica si è passati ad un diverso sistema di regole, con cui valutare, la qualità morale dei comportamenti, nell'alleanza terapeutica.

Tali cambiamenti hanno portato alla " Convenzione europea sui diritti dell'uomo e della biomedicina" (Oviedo 2001), e alla "Carta della professionalità medica" da European Federation of Internal Medicine e American Board of Internal Medicine, comparsi su Lancet e Annals of Internal Medicine nel 2002, come epifenomeni di un diverso rapporto terapeutico, che ha portato ad una profonda revisione del nostro codice deontologico.

pdf Scuola di etica medica (116 KB)

Le locandine della Scuola di Etica Medica

torna all'inizio del contenuto